Natura morta

Genere pittorico che iniziò ad essere rappresentato – ottenendo via via consensi da parte del pubblico – nel XVII secolo. Fu il Caravaggio con il Canestro di frutta (1596, Milano, Pinacoteca Ambrosiana) a dare all’umile frutta importanza da protagonista, “[…] rivista e ricreata all’altezza intellettiva e morale dello spettatore.” (Angela Ottino Della Chiesa, in L’Opera completa del Caravaggio, Classici dell’Arte Rizzoli, 1967). Nel periodo della Controriforma la natura morta diviene portatrice di significati morali e simbolici che vanno oltre la rappresentazione.

Nel mio canestro ho messo – senza significati simbolici – le tre zucche ornamentali che quest’anno il mio orto mi ha donato.

Pubblicità