Un riparo per il prezzemolo

Anche se non fa poi così freddo ho preferito premunirmi per le future gelate – ché già questa sera è scesa la nebbia anche in città e questa notte potrebbe gelare – e riparare il bel prezzemolo sotto un tetto di plastica trasparente.

Ho utilizzato otto assicelle di legno appositamente tagliate da formare un perimetro di 60×60 cm, una dozzina di chiodi, dieci puntine da disegno e un sottile telo di plastica trasparente.
In quattro e quattr’otto ho eretto questa struttura povera e semplice, con il tettuccio inclinato così da far scivolare l’acqua sul terreno.

Se il prezzemolo apprezzerà questo mio sforzo mi darà ancora verdi fragranze per impreziosire i miei piatti…