Erica (2::macro)

Ecco i minuscoli fiorellini di erica visti con la lente macro (10+ e 3+).
Tutti insieme suonano una festosa canzone di rosa e di verdi e danno un tocco di colore sulla terra marrone d’autunno. L’orto, nonostante la stagione, sembra ancora in festa.

Autunno (2)

Rispetto alla fotografia del 21 ottobre le foglie sono aumentate e il loro colore è una costante e intensa sfumatura di giallo.
Perdonatemi per la seconda volta, perché la foto rende davvero poco la malinconica allegria dei colori autunnali.
Chissà se tra qualche settimana ci saranno ancora gli attrezzi agricoli…

Catone il Censore: l’agricoltura (2)

Tra i vari consigli presenti nel libro di Catone, quello numerato come 156-157 è il più lungo e, almeno per me, quello più interessante.
S’intitola: “Il cavolo: quante proprietà curative possieda e altre cose attinenti alla medicina”.

Leggendo il testo di Catone sembra che il cavolo sia la medicina naturale per antonomasia (vedi 157,1 a pag.165). A detta del Censore il cavolo (tritato e cotto) ha proprietà digestive, purganti, aiuta quelle persone che “urinano male o a goccia a goccia”, fa maturare gli ascessi, guarisce ferite “pustolose e cancrene”, è ottimo in caso di lussazioni e contusioni, ma anche di melanconia, gonfiore di milza, disturbi al cuore, al fegato, ai polmoni, addirittura viene suggerito per la cura dell’artrosi (ma in questo caso il cavolo va mangiato crudo).

“Cavolo! – mi son detto – è fantastico”.
A parte gli scherzi, sarei interessato ad approfondire l’aspetto di queste proprietà del cavolo – passatemi l’espressione, con tutto rispetto per Catone.