Vangare è faticoso

So di dire una banalità, ma esperirla è un’altra cosa.
Il sudore sulla fronte, i moscerini che mi attaccano, il peso della zolla di terra che devo rigirare.

Tra le cianfrusaglie che prima erano celate dalla malerba rispunta questa statua che può di diritto rappresentare il senso della mia fatica. E in quest’espressione un po’ grottesca, un po’ buffa e forse autoironica vi leggo un ossimoro: una riposante fatica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.