Robinson in città

Il tema d’interesse di Ippolito Pizzetti è il giardino più che l’orto.

Tuttavia mi sento di consigliarvi questo suo libro che sto leggendo (Ippolito Pizzetti, Robinson in città. Vita privata di un giardiniere matto, Archinto Editore, Milano 1998, pagg. 148) perché trasmette un sentire molto romantico e molto legato alla vita delle piante e ai ritmi naturali del tempo e degli animali.

Sono dei brevi pensieri che si succedono [sarei tentato di dire quasi dei “post”] lungo le 148 pagine del libro.

Il tono, per adesso, è un po’ triste, molto intimistico, dal marcato sapore nostalgico; ma ci sono delle righe molto suggestive pervase, addirittura intrise, da un forte sentimento poetico che meritano di essere lette (una, due, tre volte).
Sono arrivato a pag. 51.

Tolte le foglie ai cavolfiori

Una volta tolte le foglie i cavolfiori non mi sono apparsi un gran che commestibili.
Un aspetto magro, spero di sbagliarmi.
Sta di fatto che invece di mangiarli ci ho fatto una foto.
E adesso sono sopra la tavola in cucina, dentro un sacchetto di carta.
Forse domani provo a cuocerli.