Il bagolaro

Il termine scientifico è Celtis australis.
È un albero che cresce spontaneamente in Italia e il suo nome dialettale (bagolaro) sembra derivare dalla parola “bagola” che significa “manico”.

Il legno di quest’albero è apprezzato per essere tenace, elastico e di lunga durata e veniva utilizzato per realizzare manici per le fruste.

Pubblicità

4 pensieri riguardo “Il bagolaro

  1. Io abito vicino a un paese dove si costruivano le fruste di bagolaro: tutta la frusta e non solo il manico.Un lungo ramo veniva sezionato in quattro per il lungo, partendo dalla parte più sottile e fermandosi, raggiunta la parte di ramo che sarebbe servita da manico. Ognuna delle quattro parti veniva infilata in tubicini di rame che venivano riscaldati a vapore.Il manico, che ovviamente rimaneva all’esterno dei tubi, veniva quindi torto e via via allontanato dai tubi,fino a farne uscire un flessibilissimo torciglione formato dalle quattro parti di ramo. La frusta era pronta. Veniva poi ornata, dipinta.. Il paese si chiama Taio e conserva le più belle fruste e gli arnesi per costruirle in un piccolo museo.Bagolaro potrebbe anche derivare da bagola che nel dialetto significa bacca. I bambini erano ghiotti delle bagole di bagolaro.
    Salve. Silvana di blog orto

  2. Attenzione!
    Quello in foto non è un Celtis ma un Bagolaro, e le sua bacche sono tossiche per l’uomo!

    Saluti e non mangiare quelle bacche! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.