Una domanda [e una risposta]

Mi son chiesto:
Può un orto diventar poesia?

Visiva, tattile, olfattiva.

Certo che può
Mi rispondo novello narciso.

È una narrazione poetica il diventar pianta da piccolo seme
E il riunire sì tanti insetti tra il nettare dei fiori
è un incontro d’amore.

Ma a voi lascio, miei quattro lettori quattro,
la sentenza dello smentirmi o del lodarmi
e se proprio vi piace
del darmi del folle.

Pubblicità

Eccovi lì, parassiti del finocchio!

Vi vedevo come tanti puntini neri.
Ora, con una foto macro, scopro che avete le ali, e avete anche il vostro fascino.
Però il finocchio potevate lasciarlo stare.
Ora chi vi manda via?
Che ne sarà dei semi che avevo intenzione di essiccare per farmi le tisane?

La menta

Deve essere menta selvatica, perché io non l’ho piantata ed è cresciuta da sola.
Il suo profumo piacevolissimo può essere usato nell’insalata o nella preparazione di qualche fresca bevanda.
Si può anche essiccare le foglie e metterle dentro un sacchetto, per conservarne il profumo ed usarlo all’occorrenza.

La menta è tuttavia una pianta infestante. State attenti alle sue radici, che corrono sotto il terreno e spuntano un po’ ovunque senza avvisarvi.