Il ritorno degli insetti stecco

Riprendiamo le puntate degli insetti stecco. Ve li ricordate? L’ultima volta che ve ne ho parlato ne avevo due. Due soli erano. Devono aver preso l’esempio dalle amiche piante, e dalla lavanda in particolare. Il loro rigoglio è stato, per partenogenesi, la moltiplicazione. Tutta la teca invasa dagli insetti stecco.

Oggi ho deciso di fare una foto all’allegra compagnia. Li ho tolti dalla teca – che ogni tanto devo ripulire – e li ho appoggiati sul tavolo della cucina. Macchina fotografica sul cavalletto e poi tutti in posa per alcune foto ricordo.
Questi fasmidi sono degli ottimi insetti domestici. Strano parlare di insetti domestici. Quando mai un insetto è stato addomesticato? Eppure loro, nella teca, se la spassano benone. Amano mangiare le tenere foglie dei rovi e non disdegnano l’insalata. Se ne stanno tranquilli in posa tutto il giorno, e di notte si muovono e mangiano foglie di lampone e di rosa.

Quando li appoggi fuori dalla loro teca se ne stanno immobili come tante belle statuine, ma se li metti sul tuo braccio ecco che cominciano l’esplorazione del nuovo territorio, e procedono spediti camminandoti sopra. Li rimetti sul tavolo ed ecco che stanno nuovamente immobili. Al massimo ondeggiano, a simulare un ramoscello mosso dal vento. Geniali! E bellissimi.

Il tipo di insetto stecco più grande è nativo della Malesia e dell’Indonesia e arriva a misurare 55 cm. Caspita! Per fortuna i miei insetti stecco non sono di quel tipo, altrimenti altro che teca! Avrei dovuto dargli una camera!

A proposito: guardate il breve video che ho realizzato!

Mostra-scambio di piante e semi a Varallo Sesia

Domenica 10 giugno nella frazione di Varallo Sesia, provincia di Vercelli, Rondo di Balangera si svolgerà una mostra scambio di piante e semi di piante da orto e da giardino per appassionati.

Il posto è bellissimo, a 10 chilometri da Varallo Sesia in una incontaminata valle laterale a 700 metri di altezza.

La partecipazione è libera e gratuita. Per il ristoro è possibile far riferimento al Rifugio dei Terrieri. La mostra avrà luogo dalle 10 alle 16 e sarà accompagnata da un’escursione botanica nei dintorni aperta a tutti e da conferenze sull’orto biologico. Per qualsiasi informazione potete contattarmi:
Dott. Angela Maria Vicario.